.
Annunci online

  vivaleuropa [ Notizie e analisi su politica, società e cultura dei Paesi europei con un approccio europeista e filoccidentale, contro le tirannie e il terrorismo ]
 
 
         
 


Ultime cose
Il mio profilo


ISTITUZIONI EUROPEE
Unione Europea
Commissione Europea
Parlamento Europeo
Consiglio Europeo
Presidenza francese dell'UE
Presidenza ceca dell'UE
Consiglio d'Europa

SITI SULL'EUROPA
Euronews
EU Observer
Radio Free Europe / Radio Liberty
ANSA Europa
ANSA Balcani

STAMPA LIBERALE
Il Foglio
Il Giornale
Le Figaro

BLOG
Liberali per Israele
Barbara (per Israele)
Deborah Fait
ShockAndAwe, anticomunista
Mauro, trevigiano liberale ed eclettico
s1m0ne
ilsignoredeglianelli
Magnifiche Sorti
Italia svegliati
maotzedong
Hurricane_53
agiamo
Germany News
Giovanni Boggero
Notizie dall'Irlanda
Il Giovine Occidente
Ucraina, un paese che si apre all'UE (in francese)

PETIZIONI
Petition them
Petition online
Petizione per Robert Redeker
Ucraina nell'Unione Europea
Israele nell'UE (Radicali)
Israele in Europa (Comitati per la Libertà)

COMITATI, MOVIMENTI, PARTITI EUROPEISTI
Forza Italia
Partito Popolare Europeo
Comitati per la Libertà

GRUPPI DELL'EUROPARLAMENTO
Gruppo dei Popolari Europei e dei Democratici Europei (PPE-DE)
Alleanza dei Liberali e dei Democratici per l'Europa

cerca
letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 


14 dicembre 2008

Ritorna "Viva l'Europa!"

Care lettrici e cari lettori, cari europei,
per mesi non ho aggiornato questo blog e non me ne vanto. Il tempo a disposizione di uno studente universitario non è mai molto e, quando allo studio si aggiungono preoccupazioni che toccano la nostra famiglia e, in generale, l'ambiente che ci circonda, il blog passa necessariamente in secondo piano.
Tuttavia, i fatti importanti accaduti nel mondo in questi ultimi mesi mi hanno fatto ripensare ai tempi d'oro di "Viva l'Europa!", in cui questo blog era visitato da decine di persone al giorno (con picchi di alcune centinaia in occasione della commemorazione dell'11 settembre). E' vero, in quei bei tempi non ero solo: Angelo Fazio aveva intrapreso con me questa iniziativa che poi, purtroppo, ha deciso di abbandonare.
Adesso, almeno nelle intenzioni, "Viva l'Europa!" ritorna. Il taglio sarà sempre lo stesso: ci schiereremo a favore dei partiti e delle persone che promuovono la libertà, la costruzione della casa europea, la rinascita dell'umanità, contro chi opera per un nazionalismo esasperato, per la cancellazione dell'identità europea e per l'annullamento delle grandi conquiste dell'Occidente.
Sempre nelle intenzioni, questo blog dovrebbe essere aggiornato quotidianamente o, per lo meno, due-tre volte alla settimana, con articoli di giornali europei in diverse lingue, in modo da raggiungere anche gli Europei che non parlano l'italiano.
Dunque, al lavoro, e viva l'Europa!
Michele Bondesan


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. europa occidente

permalink | inviato da vivaleuropa il 14/12/2008 alle 8:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


24 ottobre 2007

Perché dobbiamo dirci cristiani

Cattolico. Perché non dobbiamo rassegnarci a un mondo senza Dio

AUTORE: Sichére B.

Cattolico. Perché non dobbiamo rassegnarci a un mondo senza Dio

COLLANA: I Pellicani

PAGINE: pp. 144

ILLUSTRAZIONI: N° No

FORMATO: cm. 14x21

PREZZO: euro 14,00


ISBN: 978-88-7180-697-6


IL LIBRO

Lo spettro che oggi si aggira per l’Europa non è quello del «ritorno delle religioni», o del «buon Dio» di una volta, come certi laici, ossessionati dai loro principi, sembrano credere. È piuttosto quello del nichilismo, la feroce religione di coloro che non credono in nulla e che vorrebbero persino impedire agli altri di credere – o che credono in un certo numero di idoli, quali il potere, il denaro, il dominio sugli altri.
Le grandi religioni che hanno fatto la nostra storia – il cristianesimo in primo luogo – e che rappresentano una parte non indifferente della nostra identità, stanno perdendo terreno e si trovano senza eredi, al punto che sembriamo persino dimenticare da dove veniamo e colui che si dichiara credente e praticante appare come uno strano animale.
Ma Bernard Sichère, un filosofo che orgogliosamente afferma «sono nato cattolico e morirò cattolico», non pensa affatto di essere una bestia rara; anzi, ai suoi occhi, la bestia rara è la nostra epoca, con i suoi mortiferi luoghi comuni.
In queste pagine, sempre intense, spesso appassionate, Sichère cerca di spiegare chi è lui come uomo, in cosa crede, quali sono i punti fermi del suo «universo». Si pone le domande di sempre (perché esiste il male? cos’è il peccato? e il perdono? perché la preghiera? cosa ci aspetta dopo la morte?) e quelle che oggi sembrano particolarmente urgenti (riguardo al sesso, all’aborto, all’omosessualità ecc.).
Per Sichère, filosofare significa infatti dar conto della sua idea di Dio e della sua relazione con Lui.

L'AUTORE

BERNARD SICHÈRE, maître de conférences all’Università di Parigi VII, filosofo e romanziere, ha collaborato alle riviste «Tel Quel», «L’Infini» e «Temps Modernes». Ha pubblicato, tra l’altro, Le Dieu des écrivains (Gallimard, 1990), Splendeur de Fawzi (Pauvert, 2002), Seul un Dieu peut encore nous sauver (Desclée de Brouwer, 2002), Le Jour est proche (Desclée de Bouwer, 2003).

(da www.lindau.it)


sfoglia     maggio        gennaio

Questo blog viola espressamente
il decreto legge 262 del 3/10/2006
di riforma della legge sul diritto d'autore



Questa è la bandiera italiana!


Siamo tutti danesi! Per la libertà di espressione e contro il bavaglio che ci vogliono mettere in nome del politically correct


Siamo tutti estoni!
Per la sovranità di Tallinn e contro l'ingerenza del Cremlino

Viva l'Occidente!
Eurabia. Come l'Europa è diventata anticristiana, antioccidentale, antiamericana, antisemita

Bat Ye'or è la nuova Fallaci. Leggete e diffondete questo libro!





Viva Israele!








Partiti europei

Europa
Partito Popolare Europeo
 
PPE

Francia
Union pour un Mouvement Populaire
Union pour un mouvement populaire


Germania
Christlich-Demokratische Union

CDU



Italia
Popolo della Libertà

Popolo della Libertà



Locations of visitors to this page


p>